PICCOLO MANUALE PER EVITARE LE TRUFFE

Gli anziani sono le principali vittime del clima di insicurezza e di paura che pervade la società, sappiamo che furti e truffe prendono troppo spesso di mira persone sole e anziane.
Queste potenziali vittime possono difendersi ed essere protagoniste di interventi utili per la comunità. Chiudersi in casa non serve, meglio vivere la vita di cui disponiamo consapevoli dei pericoli che possono colpirci e prepararci ad affrontarli.

SCONOSCIUTI ALLA PORTA

Non aprite la porta di casa a sconosciuti anche se vestono un’uniforme, spesso vi sono truffatori che affermano di essere della Polizia di Stato, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Polizia Municipale etc. (vedi numeri utili).
Fatevi dire il loro nome e, per verificare la loro identità, chiamate i numeri che conoscete e non quelli che vi vengono forniti dagli sconosciuti; e se non ricevete rassicurazioni non aprite per nessun motivo la porta di casa ma chiamate le forze dell’ordine ai numeri:
112 - 113
Ricordate che le società fornitrici di luce, acqua, gas telecomunicazioni, non inviano mai personale per ritirare denaro a domicilio.

truffe e furti in casa

 

FURTI E TRUFFE

I luoghi affollati come autobus, metropolitana, treno, mercato, feste patronali, sagre ecc., sono i prediletti dai borseggiatori. Spesso operano in gruppo, spintonano, urtano, per poi allontanarsi rapidamente.
Non tenete grosse somme di danaro all’interno della borsetta e del portafoglio.
Quando uscite tenete i documenti e le chiavi separati dai soldi.
Dopo un prelievo di denaro può succedere di essere contattati da persone che si spacciano per dipendenti dell’istituto che devono verificare le banconote per presunti errori, non credetegli.
Ricordatevi che nessuna banca e ufficio postale manda i propri dipendenti a inseguirvi per strada o a casa per questo tipo di servizio.

GIOCHI D’AZZARDO E FACILI VINCITE

Ricordate che nel gioco, anche quello legale come il Lotto, Superenalotto, Gratta e vinci, Totocalcio ecc., l’unica certezza è la vincita per chi gestisce il sistema. Questo è ancora più valido per i giochi d’azzardo vietati dalla legge.
Fate attenzione anche ai giochi molto semplici e facili che promettono di poter agevolmente vincere la somma in palio, spesso questi giochi usano il mezzo telefonico utilizzando particolari numeri al costo di € 15 alla risposta, quindi se potete non giocate.

truffe giochi d'azzardo
truffe giochi d'azzardo 2

 

VENDITE PER STRADA O A DOMICILIO

Spesso la truffa consiste nel far credere che non si sta vendendo nulla ma che si stia offrendo una opportunità a favore del consumatore.
Quando scoprite di essere vittima di una truffa non firmate ulteriori moduli ma chiamate le forze dell’ordine: 112 - 113


GUADAGNI FACILI

Diffidate dalle offerte di lavoro che promettono guadagno minimo 500/600 euro mensili per realizzare piccola bigiotteria, penne a sfera, etichette ecc. a domicilio.
Per realizzare ciò vi viene chiesto un importo di poco inferiore ai 26 euro, inviata la somma voi non riceverete nulla e perderete ogni tipo di contatto con i presunti “datori di lavoro” ed essendo la cifra versata inferiore ai 26 euro non esiste il diritto di applicare la norma sul diritto di recesso quindi i soldi sfumano.

TELEVENDITE

Chi acquista tramite una promozione televisiva o di stampa o telefonica, può esercitare il diritto di recesso, inviando entro 10 giorni lavorativi dalla consegna della merce, una raccomandata con ricevuta di ritorno. A questo scopo è opportuno conservare sempre tutta la documentazione compresa una copia della lettera inviata. Le clausole che prevedono che la merce debba essere restituita nel suo imballaggio integro non hanno validità in quanto è impossibile visionare un oggetto senza sballarlo.
Per i contratti che riguardano i servizi di telefonia o televisivi, la legge 40/2007 consente la risoluzione in qualsiasi momento e senza costi. Comunicate la risoluzione del contratto tramite raccomandata con ricevuta di ritorno.

truffe televendite

 

PRESTITI AL CONSUMO

Il rapporto coinvolge tre soggetti, chi compra, chi vende e una società finanziaria.
Il venditore riceve subito quanto gli spetta dalla società finanziaria, il compratore paga la rata mensilmente alla società finanziaria. Se la merce è difettosa, diversa o non viene consegnata, non si può sospendere il pagamento. Sono stati sottoscritti due contratti e la società finanziaria non risponde degli inadempimenti del venditore… occhio quindi a chi vende!
Non fatevi convincere dall’importo delle rate ma per quanti mesi.. Non fidarti del tasso zero. Spesso è solo il T.A.N. (Tasso Annuo Nominale) ad essere a tasso zero e non il T.A.E.G. (Tasso Annuo Effettivo Globale) che comprende tutte le spese per avere il finanziamento per chiudere il conto, per l’assicurazione ecc. (anzi può essere assai oneroso).
Con il finanziamento spesso vengono forniti servizi non richiesti. È il caso delle carte di credito offerte gratuitamente dalle società finanziarie.
Queste carte, diversamente da come si può pensare, non sono gratuite ed i costi di gestione possono prevedere tassi diversi rispetto a quelli dell’oggetto che acquistate e con il quale vi vengono “regalate”, inoltre possono presentare costi di gestione mensili e non annuali.
Questi servizi possono essere rifiutati. Se sono obbligatori cambiate venditore, si tratta di persone poco serie.

 

Questi sono solo alcuni semplici consigli su come comportarsi ma la cosa più impostante è non lasciare soli i nostri anziani, sentiamoli spesso e interessiamoci ai loro problemi quotidiani. Se nel nostro palazzo abitano anziani soli, scambiamo ogni tanto con loro quattro chiacchiere, li aiuterà a sopportare meglio la solitudine.
Se fanno acquisti strani o chiedono somme inusuali di denaro contante, perdete un minuto per parlare con loro, basta poco per evitare un dramma.

NUMERI UTILI

Polizia di Stato
113 – 0541 436111
Carabinieri
112 – 0541 7681
Guardia Medica
118 – 0541 787461
Vigili del Fuoco
115 – 0541 374404
Guardia di Finanza
117 – 0541 771040
Corpo Forestale dello Stato
1515 – 0541 783349
Ospedale Civile
0541 705111
Polizia Municipale
0541 22666
Poste
800160
Ufficio Postale Rimini
0541 634260
Emergenza caldo
0541 707305
Soccorso Stradale (ACI)
803116
PROTEZIONE CIVILE
06 68301001 – 051 284200
Filo d'argento
800995988
Lega Consumatori Acli Rimini
0541 784193
Comune di Rimini
0541 704111
SGR GAS
0541 303030
Enel
800.900.860
Hera
800.999.500 (servizio clienti)
800.999.200 (pronto intervento)
Patronato Acli
0541 784036 – 800.74.00.44 (appuntamenti)
Caf Acli
0541 783862 – 199.199.730

 

< Scarica la versione in formato PDF >